All’inizio degli anni ’80, dopo decenni trascorsi senza sostanziali innovazioni nella cura dei tumori della mammella, gli ingenti investimenti fatti a sostegno della ricerca cominciarono finalmente a produrre i risultati sperati consentendo, tra l’altro, di validare importanti strategie di trattamento come la chirurgia conservativa, la chemioterapia adiuvante e l’ormonoterapia.

La disponibilità di queste nuove opzioni rese per altro pressante la necessità di disporre di medici preparati in grado di applicarle su larga scala per consentire al maggior numero possibile di donne di poterne beneficiare. Da qui l’idea di Umberto Veronesi di costituire la Scuola con l’obiettivo prioritario di favorire l’aggiornamento di tutte le figure professionali (medici, infermieri, tecnici di radiologia, psicologi, fisioterapisti, ecc.) chiamate a confrontarsi con le complesse problematiche di ordine clinico, organizzativo e relazionale insite nella gestione delle pazienti con tumore al seno.

Filo conduttore di questi oltre trent’anni di attività è stato il presupposto etico e morale che vuole che ogni persona abbia il diritto di tutelare sempre al massimo la propria salute e che lo possa fare grazie a una medicina efficace, giusta, basata sull’evidenza scientifica e fruibile da tutti indipendentemente dalla condizione sociale e dal luogo di residenza. Consapevole inoltre dell’importanza di un insegnamento libero e non condizionato da interessi di qualsivoglia natura la Scuola ha voluto salvaguardare la propria indipendenza culturale e scientifica con una norma statutaria che impedisce di ricevere contributi da aziende e/o privati che opera

La Scuola opera prevalentemente in due settori: formazione e aggiornamento, educazione sanitaria e promozione della cultura della prevenzione.

AREA FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO

Quest’area è sicuramente quella nella quale la Scuola è stata, da sempre, maggiormente attiva. Dalla sua costituzione propone ogni anno un nutrito programma di eventi formativi diversificati per tipologia, target e durata che suscita grande interesse da parte di molti professionisti. La Scuola ha inoltre dato vita a soggetti di carattere scientifico e/o assicurato, con la propria gestione, la continuità operativa ad altri già esistenti, come la Forza Operativa Nazionale sul Carcinoma Mammario, che hanno contribuito in maniera decisiva alla crescita della senologia italiana.

Eventi formativi

Al dicembre 2018 la Scuola ha realizzato complessivamente 1.742 eventi tra corsi residenziali, seminari monotematici, master, corsi di perfezionamento, conferenze di consenso e congressi. Oltre 65.000 sono i professionisti (medici, infermieri, ostetriche, tecnici di radiologia e radioterapia, fisioterapisti, psicologi e volontari) che nel corso degli anni li hanno frequentati. Fino al 1990 l’attività didattica venne svolta prevalentemente in due sole sedi: i corsi a carattere residenziale a Orta San Giulio (NO) la pratica clinica all’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano. Con l’ampliamento e il diversificarsi dell’offerta formativa una parte della programmazione divenne itinerante e, ad oggi, sono oltre 100 le località italiane nelle quali la Scuola è stata presente con proprie iniziative formative (luoghi e sedi della Scuola):

Molteplici sono i motivi per i quali la Scuola è considerata un importante punto di riferimento da molti senologi italiani. Fra questi ne vanno sicuramente ricordati due. Il primo è l’alto profilo del Corpo Docente che, pur essendosi rinnovato negli anni, è sempre stato composto da specialisti di  riconosciuta competenza che hanno messo il loro sapere a disposizione dei discenti gratuitamente con grandissima disponibilità e passione. Il secondo è l’aver saputo proporre modelli didattici innovativi che integrano insegnamento teorico e con una pratica clinica d’eccellenza grazie alle collaborazioni attivate con prestigiosi Istituti Scientifici e Universitari italiani (Istituto Nazionale Tumori di Milano, Istituto Europeo di Oncologia, Cancer Center Istituto Clinico Humanitas, Università la Sapienza di Roma, Istituto Prevenzione Oncologica di Firenze, Università dell’Insubria, Istituto Oncologico Veneto, Istituto per la Ricerca sul Cancro di Torino, Istituto Tumori di Genova, ecc).

In questa sessione del sito si possono trovare il calendario degli eventi formativi di prossima  programmazione e le modalità per potervi accedere.

Congresso “AIS”: la casa comune della senologia italiana

Uno degli obiettivi da sempre perseguito della Scuola è stato quello di favorire il dialogo e l’interazione tra le diverse componenti della galassia senologica. Fra le iniziative intraprese in quest’ottica l’organizzazione del congresso biennale AIS-Attualità in Senologia è stata certamente quella che ha riscosso maggior successo.  Proposto a Firenze per la prima volta nel 2001 AIS, giunto all’ottava edizione, è oggi considerato il più importante evento senologico italiano palcoscenico comune di confronto e condivisione di progetti e protocolli scientifici. In questi anni AIS è stato testimone della grande crescita del movimento senologico italiano avvenuta con un cammino rigoroso e, al tempo stesso, aperto all’innovazione. Crescita testimoniata dal valore dei contributi scientifici presentati nelle edizioni fin ora realizzate che hanno avuto, come denominatore comune, l’idea di porre la donna sempre al centro delle attività di diagnosi e cura. Il Congresso è stato e continua ad essere inoltre un’importante occasione per sensibilizzare le Istituzioni in merito alla necessità di dar corso alle direttive europee  per la creazione e il riconoscimento delle Unità di Senologia come strumento indispensabile per offrire alle pazienti gli standard più elevati di diagnosi e cura.

La Forza Operativa Nazionale sul Carcinoma Mammario  (F.O.N.Ca.M,)
Dal 1996 la gestione scientifica e organizzativa della Forza Operativa Nazionale sul Carcinoma Mammario, costituita nel 1977 nell’ambito del primo dei tre progetti finalizzati del Consiglio Nazionale delle Ricerche dedicati all’oncologia, è stata assunta e interamente supportata dalla Scuola. Con Umberto Veronesi coordinatore nazionale, Alberto Luini segretario scientifico e Claudio Andreoli responsabile organizzativo la Forza Operativa ha così potuto continuare a perseguire in piena autonomia le proprie finalità ed in particolare la produzione, l’aggiornamento e la diffusione delle Linee Guida Nazionali sulla prevenzione, diagnosi e trattamento dei tumori della mammella pubblicate per la prima volta nel 1979.  Clicca qui per consultare e scaricare l’ultima edizione delle Linee Guida F.O.N.Ca.M  (2003 – 2005). 

Con la gestione della Scuola F.O.N.Ca.M. si è maggiormente impegnata nell’aggiornamento professionale diventando sede permanente di confronto sui temi di maggiore interesse in ambito senologico, coordinando la realizzazione di studi clinici multicentrici dai quali sono scaturiti importanti documenti di consenso e ponendo infine anche una particolare attenzione all’educazione sanitaria della popolazione con iniziative soprattutto mirate a far crescere la cultura della prevenzione e il livello di adesione ai programmi per la diagnosi precoce. Clicca qui per ripercorrere la storia della Forza Operativa attraverso le agende delle riunioni plenarie svoltesi negli ultimi 20 anni.


Il Collegio Italiano dei Senologi.

Il Collegio è un’attività della Scuola fortemente voluta da Umberto Veronesi che riunisce i medici che dedicano una parte preponderante della propria attività alla patologia mammaria e che, grazie a una costante impegno nell’aggiornamento, applicano con tempestività ogni indicazione proveniente dalla ricerca in grado di migliorare la qualità e l’efficacia gli interventi di prevenzione, diagnosi e cura dei tumori del seno.

La composizione del Collegio è interdisciplinare e tutti i medici, indipendentemente dal tipo di specializzazione, possono chiedere di esservi ammessi. L’ammissione è tuttavia subordinata alla dimostrazione del possesso di specifici requisiti professionali e scientifici in ambito senologico e al loro mantenimento nel tempo. La verifica dei requisiti viene effettuata a cadenza biennale. Per maggiori dettagli sulle modalità di adesione è possibile consultare il regolamento del Collegio nell’apposita pagina di questo sito. Ai Membri è inoltre richiesta l’accettazione delle norme previste dal regolamento e il rigoroso rispetto dei principi etici e deontologici.



“Ho voluto il Collegio perché ritengo che certificare la propria competenza in senologia sia un dovere verso le donne” U.Veronesi


Il Gruppo Italiano per lo Screening Mammografico (G.I.S.Ma.)
Nel 1990 la Scuola, al fine di favorire in Italia una più ampia e uniforme diffusione dei programmi per la diagnosi precoce, fonda il gruppo Italiano per lo Screening Mammografico. La decisione di creare, come già avvenuto in altre nazioni europee, un gruppo di lavoro interdisciplinare specificatamente finalizzato all’implementazione dello screening scaturisce su proposta di Marco Rosselli del Turco, Franco Berrino, Nereo Segnan e Claudio Andreoli a conclusione del seminario della Scuola “Pianificazione e sviluppo dei programmi di screening” tenutosi il 4 e 5 maggio all’isola di San Servolo in Venezia. Il Gruppo è stato gestito direttamente dalla Scuola che ne ha curato l’attività scientifica e l’organizzazione dei congressi annuali fino al 2003 quando fu deciso di trasformato in società scientifica autonoma che, nel primo articolo del proprio statuto, ricorda l’origine del gruppo: “È costituita l’Associazione scientifica denominata “Gruppo Italiano per lo Screening Mammografico”, Associazione per la prevenzione, la diagnosi e la cura del carcinoma della mammella nell’ambito di programmi organizzati, in sigla “GISMa”. Il GISMa, per scopi ed obiettivi, rappresenta l’ideale continuazione dell’omonimo Gruppo di Lavoro costituito dalla Scuola Italiana di Senologia” . www.gisma,it

AIS Attualità in Senologia, rivista e rassegna della letteratura

AIS nasce nel 1990 per favorire il costante aggiornamento degli ex-allievi della Scuola come strumento di facile e comoda consultazione della letteratura internazionale. Pubblicata in forma cartacea fino al 2012 con periodicità semestrale e quindi quadrimestrale, Attualità in Senologia nel corso degli anni è stata oggetto di numerose rivisitazioni della veste grafica ed è stata via via arricchita di contenuti e rubriche assumendo la connotazione di vera e propria rivista scientifica diventata dal 2003 organo ufficiale non solo della Scuola ma anche di F.O.N.CA.M, G.I.S.Ma. e Società Italiana di Senologia. Clicca qui per accedere e sfogliare i numeri pubblicati

AIS è attualmente fruibile solo in forma elettronica e con cadenza mensile presenta una selezione dei principali contributi scientifici pubblicati. L’aggiornamento viene effettuato entro il 15 di ogni mese e prendere in considerazioni i lavori usciti nel mese precedente selezionati dal Consiglio Scientifico della Scuola. Per ogni lavoro, otre al riferimento bibliografico, è disponibile  l’abstract in lingua inglese.

EDUCAZIONE SANITARIA E SVILUPPO DELLA CULTURA DELLA PREVENZIONE

Far crescere la consapevolezza dell’importanza della prevenzione e del ruolo fondamentale che abitudini e stili di vita corretti hanno nel ridurre il rischio oncologico è obiettivo che la Scuola persegue da sempre promuovendo eventi e incontri per la popolazione. Molti dei quali specificatamente rivolti a quelle donne che per condizioni economiche, sociali e culturali sono di fatto meno attente alla preservazione della propria salute come anziane, immigrate e carcerate.

“Conoscere per vincere” è il comune denominatore di tutte le iniziative che, spesso, sono proposte nell’ambito di manifestazioni culturali e artistiche (festival, concerti, mostre) perché crediamo che in contesti come questi, che portano a riflettere sulla vita in tutti i suoi aspetti senza scindere il divertimento dalla fatica, il godimento dell’arte dalla forza esistenziale che ne può derivare, i problemi individuali da quelli collettivi sia più facile che i nostri messaggi possano avere maggiore penetranza ed efficacia.

la Scuola nelle scuole
“Progetta il tuo futuro senza cancro” è programma di educazione alla salute specificatamente rivolto agli studenti delle scuole superiori.  Nonostante la stragrande maggioranza dei tumori si manifesti nell’età adulta riteniamo infatti sia comunque di grande utilità parlare ai giovani dei tumori, delle loro cause e, soprattutto,  degli accorgimenti che possono ridurne l’incidenza e la mortalità per far crescere in loro la cultura della prevenzione e renderli consapevoli del fatto che molti tumori dipendono da comportamenti e stili di vita non corretti. Tenuti dai nostri specialisti in tutto il territorio nazionale gli incontri con i ragazzi sono organizzati e calendarizzati in collaborazione con i Presidi e i Responsabili degli istituti scolastici.

La Scuola nelle carceri

Per impedire che le donne detenute riacquistino la libertà, non solo cariche di un’ulteriore, grave, esperienza, ma segnate anche dalle conseguenze di una malattia, come il cancro al seno, che può ulteriormente ledere il loro equilibrio psico-fisico, la Scuola considera la prevenzione nelle carceri un obiettivo prioritario. Stiamo da anni quindi lavorando a livello istituzionale perché nelle carceri di tutt’Italia sia garantita quest’opportunità con il duplice intento di tutelare la salute delle carcerate e di coinvolgere la loro partecipazione, con un messaggio di fiducia e di democrazia etica e civica, rendendole protagoniste di un processo di riabilitazione e di reintegrazione sociale.