Claudio Andreoli

Formazione

Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Pavia nell’anno accademico 1978-79. Specializzato in Oncologia presso l’Università degli Studi di Ferrara (1983), completa la propria formazione in alcune prestigiose strutture straniere (Institut of Cancer Research, London; Institut de Cancerologie Gustave Roussy, Villejuif; Institut Paoli-Calmette, Marseille).

Attività clinica

Dal 1980 lavora presso l’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano e per 15 anni, nell’equipe di Umberto Veronesi, svolge attività clinica, occupandosi prevalentemente di cancro della mammella e in particolare di terapia conservativa.

Dal 2001 al 2005 è direttore del Centro di Milano della Fondazione Salvatore Maugeri IRCCS e fino al 2010 responsabile, nella stessa struttura, delle Unità Operative di Diagnosi Precoce, Screening e Farmacoprevenzione per i Tumori della Mammella.

Dal 2010  svolge attività clinica presso l’Unità di Senologia del Cancer Center dell’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (MI), dove è anche responsabile per la formazione.

Dal 2011 è inoltre responsabile dell’Unità Interdisciplinare di Senologia di Humanitas Mater Domini di Castellanza (VA).

Attivita’ didattico-scientifica:

Nel 1984 fonda con Umberto Veronesi la Scuola Italiana di Senologia e, nel 1994, ne diviene Direttore. Nello svolgimento di quest’incarico, che ricopre a tutt’oggi, ha realizzato oltre 1.500 eventi, diversificati per obiettivi e tipologia. Tra questi anche il congresso biennale Attualità in Senologia che si tiene a Firenze dal 1999 e rappresenta la più importante manifestazione nazionale in campo senologico.

Nel 1990, sempre nell’ambito della Scuola Italiana di Senologia, per favorire lo sviluppo e la crescita omogenea sul territorio nazionale dei programmi organizzati di diagnosi precoce, fonda, con Marco Rosselli del Turco, Nereo Segnan e Franco Berrino, il  Gruppo Italiano per lo Screening Mammografico (G.I.S.Ma.) e ne cura personalmente l’organizzazione e la gestione fino al 2003 quando GISMa viene trasformata in Società Scientifica autonoma.

Dal 1998 ad oggi è, con Alberto Luini, responsabile organizzativo della Forza Operativa Nazionale sul Carcinoma Mammario e, in questa veste, cura tra l’altro la pubblicazione e gli aggiornamenti periodici delle linee guida nazionali per la diagnosi, il trattamento e la riabilitazione dei Tumori della Mammella.

Dal 2001 è Referee del programma del Ministero della Salute per la Formazione Continua in Medicina (ECM) .

Dal 2005 è co-direttore della Rivista “Attualità in Senologia”, organo ufficiale delle principali associazioni e società scientifiche che in Italia si occupano della lotta al tumore al seno.

Dal 2005 al 2008 è responsabile della sezione italiana dell’European School of Oncology.

E’ membro del Consiglio Didattico-Scientifico dei Master in Senologia presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma (dal 2002) e presso l’Università degli Studi dell’Insubria di Varese (dal 2010). Dal 2010 è membro del Consiglio Didattico-Scientifico del corso di perfezionamento in radioterapia dei Tumori della mammella dell’Università degli studi G.D’Annunzio di Chieti.

Dal 2014 Membro del Comitato Scientifico dell’Associazione VIDAS

Autore di pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali, di monografie e testi di senologia, collabora con diverse associazioni di pazienti, in Italia e all’estero, come Caos (Varese), APOM (Cremona), Mamazone (Dresda, Germania) e partecipa a programmi di educazione sanitaria in oncologia come il Progetto Martina ideato dal prof. Cosimo di Maggio e rivolto agli allievi delle scuole secondarie

Attivita’ di ricerca

Fin dagli anni in cui lavora presso l’Istituto Nazionale per la Cura e lo Studio dei Tumori di Milano, contribuisce alla realizzazione di ricerche in ambito terapeutico, in particolare per quanto riguarda il trattamento conservativo, che hanno avuto un impatto importante per l’evoluzione delle cure del tumore della mammella, come gli studi denominati Milano 2 e Milano 3. La sua attività di ricerca si estende anche alle possibili strategie di prevenzione farmacologica con analoghi sintetici della Vitamina A, alla validazione di metodiche per la diagnosi precoce (Xeromammografia, tecniche di localizzazioni preoperatoria per i tumori non palpabili) e all’ottimizzazione delle procedure di follow-up per il controllo delle pazienti operate. Attualmente coordina gli studi clinici multicentrici italiani “RT 55-75” e “RT 65 and Over” sul trattamento chirurgico conservativo nelle pazienti con carcinoma mammario in età avanzata.

Contatti: scuola@senologia.it – claudio.andreoli5@tin.it