Pagina in costruzione disponibile dal 15.02.2017

Cercando informazioni sul tumore della mammella è facile imbattersi in termini e concetti che, se non adeguatamente conosciuti, possono generare confusione e, a volte, indurre ansie e timori ingiustificati. Obiettivo di questa pagina è fornire a coloro che intendono comunque approfondire le proprie conoscenze una spiegazione semplice ma al tempo stesso chiara del significato dei termini epidemiologici più comunemente usati in letteratura.

Incidenza: misura i nuovi casi di malattia che si verificano in un certo periodo di tempo in una determinata popolazione. Poiché generalmente viene calcolata su una popolazione amministrativamente definita come quella di un comune, di una regione o di una nazione si parla abitualmente di incidenza di popolazione. L’incidenza stima la probabilità che un individuo possa sviluppare una determinata malattia e, generalmente, viene espressa come tasso d’incidenza calcolato per 100.000 abitanti.

Esempio: l’incidenza per 100.000 abitanti del tumore alla mammella è diversa nelle aree italiane: al nord è del , al Centro e al Sud

Sopravvivenza: misura la probabilità di sopravvivere alla malattia indica cioè la percentuale di malati ancora in vita a distanza di un determinato numero di anni dalla diagnosi.

Esempio: la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi di un tumore della mammella in Italia è oggi del  in che significa che su 100 persone che si sono ammalate sono ancora vive dopo 5 anni

Mortalità

Prevalenza

Fattore di rischio e rischio relativo