PAGINA IN AGGIORNAMENTO.

Scuola Italiana di Senologia: dal 1984 scienza, cultura e formazione al servizio della salute delle donne.

All’inizio degli anni ’80, dopo decenni trascorsi senza sostanziali innovazione nella cura del tumore della mammella, gli ingenti investimenti fatti a sostegno della ricerca cominciarono finalmente a produrre i risultati sperati consentendo, tra l’altro, di validare importanti strategie di trattamento come la chirurgia conservativa, la chemioterapia adiuvante e l’ormonoterapia. La disponibilità di queste nuove opzioni rese per altro pressante la necessità di disporre di medici dedicati e aggiornati in grado di applicarle su larga scala in modo da consentire al maggior numero possibile di donne di poterne beneficiare, indipendentemente dalla loro condizione sociale e dal luogo di residenza.

Da qui l’idea di Umberto Veronesi di costituire la Scuola che, dal 1984, opera per favorire la formazione e l’aggiornamento di tutte le figure professionali che quotidianamente devono confrontarsi con le complesse problematiche di ordine clinico, organizzativo e relazionale insite nella gestione delle pazienti con tumore alla mammella.

 

 

 

F.O.N.CA,M – FORZA OPERATIVA NAZIONALE SUL CARCINOMA MAMMARIO 

La Forza Operativa Nazionale sul Carcinoma Mammario è stata costituita nel 1997 nell’ambito del primo dei tre progetti finalizzati del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) dedicati all’oncologia per favorire il tempestivo trasferimento dei risultati della ricerca alla pratica clinica quotidiana e cercare di rendere uniforme la qualità degli interventi diagnostico-terapeutici per i tumori della mammella sul territorio nazionale. Nel 1996, a conclusione dei progetti CNR, la Forza Operativa – diventata nel corso degli anni importante punto di riferimento culturale e scientifico per moltissimi medici –  è stata accorpata alla Scuola Italiana di Senologia potendo così continuare a perseguire in piena autonomia le proprie finalità con Umberto Veronesi coordinatore nazionale, Alberto Luini segretario scientifico e Claudio Andreoli responsabile organizzativo.

La FONCaM ha operato in diversi ambiti. L’attività più rilevante è stata senza dubbio quella della produzione e diffusione di Linee Guida. Attività resa possibile dall’ampia e diversificata adesione di medici specialisti in campo oncologico provenienti da diverse istituzioni del Paese che, fin dal principio, hanno criticamente valutato i diversi aspetti della patologia mammaria sia da punto di vista scientifico sia per le implicazioni di carattere pratico ed organizzativo. Prodotte per la prima volta nel 1979 ed aggiornate in media con frequenza biennale le Linee Guida sono state sono state diffuse in decine di migliaia di copie in successive edizioni. 

Clicca qui per consultare e scaricare l’ultima edizione delle Linee Guida F.O.N.Ca.M  (2003 – 2005).  

Un altro settore in cui la FONCaM si è maggiormente impegnata è stato dell’aggiornamento professionale organizzando numerose iniziative di formazione e sforzandosi di diventare sede permanente di confronto sui temi di maggiore interesse in ambito senologico. Una particolare attenzione è stata data all’educazione sanitaria della popolazione con azioni mirate ad incentivare la partecipazione alle campagne per la diagnosi precoce condotte con strumenti diversi (incontri pubblici, stampa, televisione ecc).

La FONCaM inoltre ha fornito supporto organizzativo alla realizzazione di studi multicentrici dai quali sono scaturiti importanti documenti di consenso ed è stata al centro di un costruttivo e vivace dibattito scientifico su problemi di maggior interesse: dalla creazione dei Centri di Senologia alla diffusione degli indirizzi più conservativi in ambito terapeutico, dallo sviluppo delle terapie mediche precauzionali postoperatorie all’uso clinico delle nuovi fattori prognostici, dalla diffusione dei programmi di screening alla necessità di uniformare e standardizzare le metodiche di laboratorio e di anatomia-patologica.

Clicca qui per ripercorrere la storia della Forza Operativa attraverso le agende delle riunioni plenarie svoltesi negli ultimi 20 anni.

 

G.I.S.Ma. – GRUPPO ITALIANO PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO

A conclusione del seminario “Pianificazione e sviluppo dei programmi di screening” tenutosi il 4 e 5 maggio 1990 presso l’allora nostra sede all’isola di San Servolo in Venezia fu deciso di dar vita al G.I.S.Ma. gruppo interdisciplinare di lavoro per favorire una sempre più ampia e uniforme diffusione dei programmi di screening in Italia. Il Gruppo, fondato da Marco Rosselli del Turco, Franco Berrino, Nereo Segnan e Claudio Andreoli, è stato gestito dalla Scuola fino al 2003 quando, essendo significativamente cresciuto il numero di adesioni e di collaboratori, fu trasformato in società scientifica autonoma.  Qui di seguito l’articolo n°1 dello statuto “È costituita l’Associazione scientifica denominata “Gruppo Italiano per lo Screening Mammografico”, Associazione per la prevenzione, la diagnosi e la cura del carcinoma della mammella nell’ambito di programmi organizzati, in sigla “GISMa”. Qualora l’associazione adottasse la vigente normativa inserirà nella propria denominazione “Ente di Terzo Settore” o l’acronimo “ETS”. Il GISMa, per scopi ed obiettivi, rappresenta l’ideale continuazione dell’omonimo Gruppo di Lavoro costituito dalla Scuola Italiana di Senologia nel 1990 e da essa supportato fino al 2003.

AIS – ATTUALITA’ IN SENOLOGIA: IL CONGRESSO  

AIS – Riunione plenaria . – Firenze 2011

Questo congresso che si tiene a Firenze a cadenza biennale, oggi riconosciuto il più importante evento senologico nazionale, nasce nel 2001 per iniziativa della Scuola – che ne ha curato da sola l’organizzazione e la gestione per le prime cinque edizionicon l’obbiettivo di per fare in modo che le società scientifiche che si occupano dei tumori della mammella potessero avere un palcoscenico comune su cui confrontarsi, condividere progetti e trovare sempre più strette sinergie. In questi anni AIS è stato testimone della grande crescita del movimento senologico italiano avvenuta con un cammino rigoroso e, al tempo stesso, aperto all’innovazione. Crescita testimoniata dal valore dei contributi scientifici presentati nelle edizioni fin ora realizzate che hanno avuto, come denominatore comune, l’idea di porre la donna sempre al centro delle attività di diagnosi e cura. Il Congresso è stato e continua ad essere inoltre un’importante occasione per sensibilizzare le Istituzioni in merito alla necessità di dar corso alle direttive europee  per la creazione e il riconoscimento delle Unità di Senologia come strumento indispensabile per offrire alle pazienti gli standard più elevati di diagnosi e cura.

 

AIS – ATTUALITA’ IN SENOLOGIA: LA RIVISTA

La rivista, pubblicata dalla Scuola a partire del 1990 con periodicità quadrimestrale, nasce inizialmente per offrire agli ex allievi uno strumento di facile consultazione delle novità della letteratura internazionale. Nel corso degli anni AIS, diretta dal  prof. Marco Rosselli del Turco, è stat oggetto non solo di numerose miglioramenti della veste grafica ma, sotto la direzione delsi è via via arricchita di contenuti  fino ad assumere una struttura schematicamente divisa in quattro parti.

La prima, dedicata all’approfondimento di tematiche di particolare attualità, con le rubriche “ Obiettivo su” e “Forum”. La seconda ancora dedicata a un’ampia rassegna commentata della letteratura scientifica. La terza con le novità dal mondo della senologia nazionale ed internazionale (convegni, congressi, premi, libri, ecc.). La quarta infine è a disposizione delle Sociteà Scientifiche che  nel frattempo avevano adottato la rivista quale organo ufficiale per le loro comunicazioni istituzionali (F.O.N.Ca.M, GISMa, Società Italiana di Senologia,  Sezione di Senologia della Società Italiana di Radiologia Medica). L’ultimo numero della rivista è stato pubblicato nel 2012.

Clicca qui per accedere e sfogliare i numeri pubblicati